San Giovanni Battista: la festa di tutta la Sardegna

 


San Giovanni Battista è una di quelle festività a carattere religioso che coinvolge tutta la Sardegna: sud, centro e settentrione. Si tratta di celebrazioni antichissime che ancora oggi vedono i partecipanti ricercare erbe magiche e curative, accendere fuochi e praticare (sempre più di rado) il rito del comparatico.

Esattamente come tutta l’Italia e l’Europa la festa di San Giovanni viene celebrata il 24 giugno, giorno del solstizio d’estate, un tempo lunga giornata di festeggiamenti pagani in onore del solstizio d’estate. Ancora oggi, all’interno delle celebrazioni con un forte carattere religioso cristiano, si possono scindere affascinanti elementi pagani, che danno quel pizzico di mistero ad una festa già di per se eccitante.

Ecco perché il consiglio per tutti i turisti presenti sull’isola durante il ciclo di San Giovanni, è di parteciparvi. Sempre più realtà organizzano feste, fuochi, musiche e balli in onore del santo e del solstizio che vede arrivare il giorno più lungo di tutto l’anno.

La  tradizione vuole che sole e luna, esattamente durante il solstizio, si sposino dando origine a meravigliose e potenti energie che si posano sulle acque, sulle erbe, sui frutti, sugli animali e soprattutto sugli uomini.

Fra i paesi che con maggiore enfasi festeggiano e celebrano San Giovanni Battista, ricordiamo Bosa, Dorgali, Escalaplano, Gavoi, Seui, Calasetta, Isili ed Oliena, tutti facilmente raggiungibili che coprono con uniformità il territorio isolano. Ovviamente ogni zona ha le proprie tradizioni e usanze, eppure si potrà ammirare un filo di continuità fra i vari festeggiamenti.

Fra le comunanze la creazione di spettacolari falò ad opera degli uomini e il confezionamento di squisiti dolci ad opera delle donne. 

Cerca