Sagra del Vermentino. (Monti)


Immagine di
batega

Monti è un paese incastonato ai piedi dei monte Limbara, dove ogni prima domenica di Agosto, per due giorni consecutivi, da decenni oramai, si festeggia la sagra del tanto amato vermentino, vitigno prodotto in zona da secoli. Oltre che in macchina, il paese si potrà raggiungere ancora più serenamente attraverso l’utilizzo del treno Archè, una linea speciale posta in essere da Trenitalia e che parte da Golfo Aranci. Percorrere in treno quel tratto di strada che ci porterà a Monti, consente di ammirare il magnifico territorio che circonda il paese, e immergersi ancor prima in un clima insolito, di festa e allegria. Giunti a destinazione la meta principale, come sarà facile immaginare è la Cantina del Vermentino. Fu inaugurata nel 1956, e rappresenta il centro focale della sagra tutta. Della cantina in questione dobbiamo assolutamente ricordare che fu la prima, in Sardegna, a vendere un notevole quantitativo di vino imbottigliato.

Il vermentino è un vitigno antichissimo. E’ originario del Portogallo, o forse dell’isola di Madera, questo risulta dalle ricerche recenti, seppure si diffuse presto anche in Sardegna e altre parti d’Italia. Predilige terreni sabbiosi e rocciosi, e trova dunque in Gallura un habitat ideale. Appare nell’aspetto di un giallo paglierino, mentre nel sapore risulta mielato e rotondo, con un retrogusto agrumato. Nel 1975 gli è stato conferito il marchio DOC, a sottolinearne la qualità, ma d’ancora maggiore rilievo è certamente il marchio DOCG, di origine controllata e garantita. Questo riconoscimento gli è stato concesso nel 1996, ed è uno dei pochi vini bianchi italiani a potersene fregiare.

Sagra suggestiva, da assaporare con la vista , con l’olfatto e con il palato infine. Frittelle e saporiti formaggi verranno offerti dall’ospitalità sarda, che rimane immutata da secoli oramai.

Claudia Zedda

Cerca