La Sagra delle pesche a San Sperate

 


Oggi parliamo di una bellissima e profumatissima sagra che si tiene nella ridente e solare San Sperate: la sagra delle Pesche. A rendere tanto insuperabile questa festa è il frutto protagonista, la pesca appunto, vellutata, saporita, profumata e appetitosa. La festa si tiene il 17 di luglio e negli anni sta diventando sagra sempre più frequentata dagli isolani e dai turisti che davvero non perdono l’occasione di esplorare la Sardegna da altri punti di vista e nei suoi aspetti più insoliti.

La festa ogni anno è organizzata dal comune in collaborazione con il comitato della festa patronale, dall’Ersat e dalla Pro loco e dura circa dieci giorni, regalando a chiunque lo desideri, la possibilità di viverla e visitarla.

San Sperate durante questa occasione è un’allegria di bancarelle, musica, bandierine, festoni, manifesti, eventi e rappresentazioni che intrattengono e consentono ai visitatori di conoscere più a fondo la meravigliosa cultura locale. Soprattutto il centro storico, caratteristico e tutto da scoprire, ospita la manifestazione: negozietti aperti fino a tardi, bellissimi palchi allestiti e allegria da assaporare che si accosta ai gustosi stand di degustazione. Qui si potranno assaggiare le pesche sasperatine davvero ottime e tutti i prodotti che dalla pesca si possono creare, primi fra tutti le saporite marmellate.

Ovviamente la festa è un’occasione per gustare anche la tradizionale cucina sarda campidanese, ammirare gli artefatti della cultura contadina isolana e di quella pastorale, altrettanto affascinante. Non mancherà nemmeno la possibilità di visitare mostre di pittura e scultura di artisti locali .

Non a torto durante la Sagra delle Pesche, San Sperate viene definita paese museo che ogni anno sempre più turisti visitano, innamorandosi non solo della tavola e dei paesaggi, ma anche dei murales tradizionali del luogo che fanno più preziose le pareti e le abitazioni del centro storico.  

Cerca