I ragazzi speciali trionfano a Monaco

“Posso vincere oppure no, ma di sicuro ci proverò perché sono un atleta.” È il giuramento dell’atleta e la prima scritta che si legge entrando nel sito internet della Polisportiva Olimpia Onlus.

E di sicuro, i ragazzi speciali che sono rientrati dal principato di Monaco, dove hanno gareggiato al meeting de natation princesse Charlene Monaco March 2014, hanno fatto di quel giuramento il proprio motto, portando in Sardegna un carico di medaglie e di ottime posizioni.

Nella categoria 25 stile libero, Francesca Murgia (Villacidro) e Davide Fanzecco (Quartu Sant’Elena) hanno conquistato l’oro, seguiti da Simone Cinus (Teulada) che si guadagna la medaglia d’argento e da Mauro Batzella (Villacidro) con la medaglia di bronzo. Quarto e quinto posto per Alessia Arenzulli (Muravera) e Marica Salis (Sant’Antioco).

Nella categoria 25 dorso vincono l’oro Alessia Arenzulli e Mauro Batzella, seguiti dall’argento di Simone Cinus e dalle medaglie di bronzo di Francesca Murgia, Marica Salis, Alessandro Pinna (Portoscuco) e Davide Fanzecco.

Claudia Boi di Muravera ha vinto l’oro anche nei 50 metri stile libero e nei 50 metri dorso.

Tante emozioni a partire dalla cerimonia d’apertura che ha visto gli atleti sardi sfilare con la bandiera dei quattro mori, mentre a scortare la bandiera degli Special Olympics Monaco c’è stato anche Mirko, 4 anni, mascotte della delegazione sarda, il tutto sotto gli occhi della principessa Charlene di Monaco e altri importanti personaggi del principato monegasco.

Grande la soddisfazione da parte dello staff tecnico composto da Carlo Mascia, il capo delegazione, Nadia Massaiu, il direttore tecnico e Marco Nibbio, tecnico federale.

Cerca