Il Free Beach apre le porte ai campioni della guerra simulata

Armi e mimetica al posto di costumi e ombrelloni. Dove? A Costa Rei, in uno dei più grandi villaggi turistici.

Il Free Beach club apre per la prima volta le sue porte ai campioni della guerra simulata, i soft gunners.

E così nei mesi di marzo ad aprile, sino all’apertura della stagione turistica, ospiterà gli allenamenti e le gare dei soci del Soft Air Sarrabus.

Ma non è tutto. Entro il 2015 potrebbe diventare, attraverso la Federazione italiana giochi tattici (Figt), un punto di riferimento per gli appassionati di tutto il mondo.

L’accordo nero su bianco è stato siglato lo scorso 19 febbraio tra il presidente dell’associazione Daniele Battaglia e la società titolare del Freeb Beach, la Gestitur srl.

E’ stato lo stesso presidente dell’associazione a pensare di trasformare il Free Beach in una campo di combattimento: “Per questioni di lavoro – ha spiegato Daniele Battaglia – mi son ritrovato più volte all’interno del villaggio, mi è subito sembrato una campo di allenamento fantastico situato in uno degli angoli più belli della costa sud-est. La Gestitur ha accolto la nostra richiesta e il 9 marzo inizieremo gli allenamenti”.

Nel 2015 al Free Beach si disputerà una gara nazionale, La Mano Nera, che già quest’anno ha visto la partecipazione nelle campagne di San Vito di 10 team. “Inoltre – ha aggiunto il presidente Soft Air – la location potrebbe essere inserita nel circuito nazionale La Grande Caccia. Ringrazio la Gestitur per la disponibilità e consiglio ai gunners di tutta Italia di trascorrere lì le prossime vacanze estive così magari potranno raccogliere informazioni utili per le missioni del 2015″.

Cerca