3423191103_c6abe1653b

Nell’immaginario comune Sardegna è bel mare, sole caldo, estate divertente e perché no, rilassante. Ma l’isola ha ben altro da offrire, e pare che le nuove iniziative che lentamente si stiano attivando, abbiano lo scopo di proporre della Sardegna affascinanti  itinerari alternativi, volti alla scoperta dell’entroterra, della tradizione e della gastronomia isolana, aspetti del tutto eccezionali. Il processo ha conosciuto avvio con la riscoperta della Barbagia e delle sue tradizioni, che sorprendentemente si dimostrano ancora vive, ma delle ultime settimane è la proposta di riscoprire e abitare le belle foreste sarde.  Il progetto prende appunto il nome di Foreste Aperte, e ha lo scopo di avvicinare turisti locali e stranieri al meraviglioso verde, spesso sconosciuto. Gli itinerari mostreranno tesori di una natura timida e ben nascosta. L’evento che ha avuto inizio il 5 di Aprile si concluderà il 17 di Maggio, e ha in progetto di fondere bellezze ambientali, storia, percorsi gastronomici ed economia tradizionale. L’ente che promuove l’iniziativa è quello Forestale che accompagnerà i visitatori nelle domeniche di aprile e maggio alla scoperta dei boschi dei Settefratelli. Non mancherà la possibilità di partecipare a escursioni organizzate, vendita e degustazioni di prodotti tipici, brevi corsi di educazione ambientale, passeggiate naturalistiche, attività speleo turistiche, appuntamenti nei luoghi di interesse culturale ed archeologico, con possibilità di visite ai numerosi giardini botanici presenti. Sono in programma numerose mostre, presentazioni libri e proiezioni davvero interessanti e immancabili. Per meglio ospitare il flusso turistico diverse le strutture alberghiere attivate e numerosi gli agriturismi della zona pronti a accogliere con la solita cortesia i visitatori.

Le date sono numerose, ricordiamo:

– Marganai (Iglesias-Domusnovas-Fluminimaggiore): domenica 19 aprile;

– Foresta Demaniale Pixinamanna (Pula): domenica 26 aprile;

– Crastazza-Tepilora (Bitti): domenica 3 maggio;

– Foresta Demaniale Montarbu (Seui): domenica 10 maggio;

– Foresta Demaniale Montes (Orgosolo): domenica 17 maggio.

Claudia Zedda

Cerca